Make your own free website on Tripod.com








NHBItalia
News Italia













Home

News | BJJ | Articoli | Storia | Legends | Links | Mail | Forum





Notizie dal panorama italiano delle mixed martial arts

Three Stroke Cup - Grande Torneo di Brazilian Jiu Jitsu a Londra !!!

Si svolgerà il 15 giugno al Flaxman Sports Centre , Carew Street SE5, Londra; la seconda edizione della Three Stroke Cup, un grande torneo di brazilian jiu jitsu.
 
E' una grande opportunità per tutti gli appassionati italiani di questa meravigliosa disciplina per testare il proprio livello in un torneo internazionale.
 
Uno degli organizzatori è il nostro amico Luca, il quale potrà sicuramente darvi una mano a trovare sistemazioni economiche per gli alloggi.
 
Sarà presente come super ospite il campionissimo brasiliano Amaury Bitetti,  due volte campione del mondo.
 
Le regole sono quelle della Confederacao Brasileira
 
Categorie: cinture bianche e cinture blu
Kgs:0-61 61-67 67-73 73-79 79-85 85-91 91-97 Over 97

più Categoria Open : cinture bianche, blu, viola, marrone, nere Under 79kgs e Over 79kgs.

le operazioni di peso si svolgeranno lo stesso giorno dalle 9.00 alle 10.00
Il torneo inizierà alle ore 11:00
 
Per qualsiasi informazione contattate Luca all'indirizzo e-mail: bjjlondon@hotmail.com
 
 

Lazzerini sfortunato in Inghilterra !!!

E' stata una decisione controversa quella che ha determinato la soluzione del Titolo Europeo dei Pesi Leggeri tra Danny Batten e Luca Lazzerini.-
L'arbitro, con un intervento affrettato, ha fermato l'incontro sul finire della prima ripresa (5 minuti), allorchè il fighter inglese stava applicando una "americana" al braccio di Luca.-
La chiave era inefficace e Luca non batteva, ma l'arbitro interveniva, ponendo fine all'incontro e lo stesso pubblico contestava la decisione.-
 
Ma andiamo per ordine.-
 
Grande serata quella che ha avuto svolgimento a Milton Keynes, promossa da Lee Hasdell, personaggio popolarissimo in Italia per avere vinto la prima edizione di Oktagon.-
Gabbia, schermi giganti, pubblico competente e numeroso, incontri entusiasmanti e, dulcis in fundo, il titolo europeo dei Pesi leggeri tra Danny Batten e Luca Lazzerini come evento principale.-
Il tutto a Milton Keynes dove Cage Combat Evolution (questo il nome dell'evento) giunto alla seconda edizione.
Dopo una lunga serie di incontri che hanno visto combattere i migliori fighters britannici contro atleti provenienti da tutta Europa, la gabbia si apre per l'ingresso di Luca Lazzerini, "vestito" con la bandiera italiana.-
Si ascoltano gli inni; quello italiano viene ascoltato in silenzio, quello  inglese viene cantato a piena voce dalla folla in delirio.-
Nella gabbia appare una enorme  "Union Flag", il pubblico esplode.-
Inizia l'incontro.-
Luca prova a colpire duro, ma viene bloccato da Batten, che lo schiaccia contro la gabbia. L'atleta italiano, pur bloccato in una presa, che lo ferma alla cintura ed al collo, colpisce con pugni alla testa ed al fegato.-
L'incontro prosegue per molti secondi in questa posizione, con il costante tentativo di danny di proiettare al suolo Luca.-
La cosa riesce dopo alcuni tentativi. Al suolo è un altro incontro.-
Batten è un "grappler" molto tecnico, prende la posizione dei cento chili e la difende a lungo, prima di tentare vari attacchi al braccio di Luca.-
La prima chiave al braccio viene annullata da una uscita vincente del nostro fighter. Ma Luca non riesce ad uscire da quella posizione. Batten tenta un nuovo attacco, questa volta attraverso un'arm bar, ma ancora Lazzerini difende.-
Si attende la fine del round quando il braccio sinistro di Luca viene nuovamente chiuso in una americana, che appare questa volta meno efficace della precedente.-
Ma l'arbitro interviene e pone fine all'incontro, senza che Lazzerini avesse segnalato in alcuna maniera la propria resa.-
Il pubblico fischia la decisione dell'arbitro e Batten guadagna la cintura di campione.- 
Al termine del match Lee Hasdell, un vero gentiluomo, che ha garantito in ogni maniera che i fighters fossero messi nelle migliori condizioni per esprimersi, avendo cura di ogni dettaglio organizzativo, mi ha promesso una rivincita per Lazzerini.
Rimane il fatto che, pur essendo discutibile la decisione dell'arbitro, fino a quel momento Batten aveva meritato di vincere, confermando le proprie qualità di fighter completo e forte.
La decisione, quindi, qualsiasi sia l'interpretazione, deve pertanto essere accettata in maniera sportiva.-
 
La spedizione italiana ha avuto pieno appoggio economico e logistico dalla THREE STROKE PRODUCTIONS, linea di abbigliamento che sponsorizza Luca ed il team HIC SUNT LEONES.-
TREE STROKE PRODUCTIONS stà collaborando in maniera sempre piu' proficua, assicurando la buona riuscita degli avvenimenti fino ad ora organizzati.-
Senza di essa Francesca, Claudio, Simone, Carlo e  Claude avrebbero dovuto certamente affrontare maggiori problemi per poter supportare Luca nel suo incontro.
 
Alla prossima!
 
NdR  Nei prossimi giorni foto della spedizione

Lazzerini - Batten  Titolo Europeo dei Pesi Leggeri

laz2.jpg
Luca Lazzerini pronto per l'Inghilterra

Siamo nelle ore della vigilia. Poi, Sabato Otto Marzo, si aprirà la gabbia e Luca Lazzerini troverà ad attenderlo Danny Batten, per il titolo Europeo dei pesi leggeri, al limite dei 68 kg.-
 
Danny Batten è un fighter molto resistente, con un grappling molto completo e tecnico ed una thai efficace ed è unanimemente considerato uno di piu' forti del circuito britannico.-
 
Luca, non appena gli ho proposto questo match, ha accettato con entusiasmo, dimostrando di essere un ragazzo coraggioso ed un fighter nel senso vero del termine.-
Combatterà a Milton Keynes,  nella promozione di Lee Hasdell, già veterano di Oktagon e molto conosciuto in Italia.-
 
Hasdell si è dimostrata una persona molto disponibile ed un promoter attento alle esigenze dei fighters, avendo egli stesso esperienze di combattimento. Non appena gli ho indicato Luca la trattativa ha avuto una evoluzione molto rapida e favorevole per entrambe le parti.-
 
Danny Batten si allena e vive a Milton Keynes, per cui è facile immaginare che il palazzetto avrà un tifo rovente per lui, ma Luca si è allenato con grande scrupolo, puntando decisamente ad una vittoria che lo lancerebbe a livello internazionale.-
Tutti noi siamo con Luca ed anche coloro che non verranno in Inghilterra gli sono vicini con il cuore.-
 
Battere Danny non sarà facile ma Luca puo' vincere perche' è duro, colpisce forte ed ha grande cuore. Non deve andare a terra, dove Batten è migliore e colpire preciso e duro.  Penso che sarà comunque un incontro spettacolare e, alla fine, il nostro atleta avrà aggiunto molto in termini di esperienza personale ed avrà dimostrato, se mai ve ne fosse bisogno, di avere lo spirito del vero fighter. 
 
Personalmente mi ritengo molto soddisfatto perchè HIC SUNT LEONES stà muovendo i primi passi, dando la possibilità di combattere all'estero ai fighters piu' determinati a farlo...aggiungo infatti che solo la convalescenza da una brutta frattura rimediata a Livorno ha impedito a Ramon Pisciotta di prendere parte all'M1 russo di San Pietroburgo. Del resto è stato' saggio rinunciare, considerando il fatto che in Russia non vengono ammesse prove di appello ed i fighters che deludono le attese raramente hanno possibilità di una seconda chance.-
 
Un ringraziamento ad Andrea Baggio ed a Claudio Alberton, che si sono
occupati della preparazione di Luca, rispettivamente nella lotta e nei colpi, nonchè allla linea di abbigliamento THREE STROKE PRODUCTION che supporterà la spedizione.-
 
La gabbia, fra poco, si chiuderà...
 
Dino Fuoco
 
 

Leigh Remedios a Milano

Con grande soddisfazione Sabato 22 Febbraio ho allestito un seminario tecnico che si è avvalso della presenza di Leigh Remedios, come già ricordato Veterano UFC, il quale è giunto a Milano benchè sia in preparazione per un'imminente competizione americana (Hook and Shoot).-
 
Leigh, nonostante le credenziali che puo' vantare a titolo personale, è venuto in Italia in amicizia, senza alcuna richiesta economica. Questo particolare ritengo sia degno di menzione, a testimonianza della statura morale dell'uomo e delle motivazioni che lo muovono.-
 
Il seminario ha visto l'adesione di oltre trenta partecipanti, alcuni provenienti dal Veneto, dal Trentino e dal Piemonte.-
A tutti costoro è rivolto il mio ringraziamento personale...la loro partecipazione ha permesso l'ottima riuscita dello stage e lo stesso Remedios è rimasto favorevolmente sorpreso dall'amicizia e dalla cortesia di tutti.-
 
Tutti hanno desiderato "immortalarsi" in una foto con il Campione e sono "volati" anche autografi e dediche...in un contesto amichevole e gradevole.-
Le tecniche mostrate vedevano la loro applicazione ad una situazione di Vale Tudo ed a una di Submission Grappling.-
Personalmente intendo ringraziare Claudio Freschi, che ha messo a disposizione casa sua, fornendo ospitalità a Leigh Remedios, Luca Lazzerini, che ha partecipato allo stage ed ha trascorso la serata con noi, ottenendo informazioni utili sul suo prossimo avversario, Danny Batten, Andrea Baggio, che ha a lungo lottato con Remedios ed Alessandro Federico ed i suoi ragazzi, la cui costante adesione a queste iniziative rende possibile la loro realizzazione.-
 
Un grazie di cuore alla Three Stroke Production, linea di abbigliamento che ha supportato questo avvenimento ed appoggerà la trasferta di Luca Lazzerini in Inghilterra, garantendo all'atleta una buona borsa.-
 
Alla prossima!
 
Dino Fuoco
 

Italian Extreme a Modena il 28 febbraio

bernocchievent.jpg

Volevo segnalarvi il prossimo evento di MMA italiano, l'Italian Extreme, che si terrà il 28 febbraio a Modena al Pala Panini (in via Divisione Acqui).
 
L'evento presenterà 3 incontri professionistici di Shootfighting, che vedranno opposti 3 fighter scandinavi dell'organizzazione "Shooters International" contro 3 dei migliori combattenti attivi ora in Italia. Questi gli incontri in programma, per 3 diverse classi di peso:
  • Max Braglia (Shootfighting Modena, IT) vs. Sammy Hämäläinen (Helsinki Shootfighting, Finlandia)
  • Fabricio Nascimento (Nova Uniao Italia) vs. Joakim Engberg (Lupus Shootfighting, Svezia)
  • David Dolce (Ruas Vale Tudo Italia) vs. Ståle Nyang (Ookami Shootfighting, Norvegia)
Sarà inoltre presente in cartellone un torneo di Kickboxing a eliminazione diretta, che si terrà con le regole del K-1 e che vedrà la partecipazione di 8 atleti provenienti da diversi paesi europei.
 
L'Italian Extreme è organizzato dal gruppo sportivo Shoot Team di Modena, diretto da Emiliano Lanci e Paolo Salati, già promotori dell'International Submission Wrestling Tournament Modena e delle Thriller Night 1 e 2. Per chi fosse interessato a ulteriori informazioni sull'Italian Extreme, potete chiamare il numero 059/342421.
 
 
 

Luca Lazzerini affronterà Danny Batten !!!!!

battenbrown.jpg
Danny Batten finalizza un avversario

Grande sfida per il milanese Luca Lazzerini, reduce da un'ottima prestazione alla Resa dei conti di Livorno.  Lazzerini affronterà il prossimo 8 marzo a Milton Keynes, Inghilterra, un importante fighter locale, Danny Batten.
 
Danny Batten è un atleta in crescita, il suo record da professionista parla di 3 vittorie 1 sconfitta e 2 pari, ma ha destato grande impressione nel suo ultimo incontro riuscendo a sconfiggere il quotato John Kavanagh.
 
Batten viene dal Tae Kwon Do, dove ha partecipato ad alcuni eventi minori, ma negli ultimi anni si è specializzato nel brazilian jiu jitsu e nella lotta a terra, considerata ora il suo vero punto di forza.
 
Siamo sicuri che Luca Lazzerini sia in possesso di una migliore tecnica a livello pugilistico e di kickboxing, e comunque saprà farsi onore. Non ci resta che attendere l'8 marzo per l'evento Combat Evolution 2.
 
 
 
 

nascimento.jpg
Fabricio Nascimento

Submission Wrestling a Modena
 
 
Non ho seguito direttamente il torneo ma, grazie alla gentile collaborazione di Alessandro FEDERICO, vi forniamo, con il consueto anticipo su tutti gli altri ed in tempo reale, i risultati della gara di Submission Wrestling che ha avuto luogo a Modena in data 12.01.03.
 
Buona adesione di atleti, provenienti da svariate scuole e teams italiani, pronti a confrontarsi secondo le regole del piu' famoso torneo di Lotta del Mondo, quello di Abu Dhabi.-
Tutti gli stili di lotta corpo a corpo (Lotta Stile Libero, Greco Romana, Judo, Sambo, Brazilian Ju-Jitsu), attraverso l'applicazione delle regole di quel torneo trovano il modo di confrontarsi, senza GI, secondo un regolamento che premia le proiezioni, i passaggi di guardia, la presa della schiena e penalizza l'entrata nella guardia senza una azione propositiva (trascuro ulteriori dettagli) .
Si può considerare una applicazione regolamentare che consente ad ogni stile di proporsi in maniera competitiva e tutto sommato garantisce la vittoria di un lottatore competitivo, ma anche in grado di proporre una propria starategia.- 
 
Ecco i risultati delle finali:-
fino a 66,9 kg
Mascitti Guido (Robycamp) vs Max Braglia (Shootfighting Modena)
 
fino a 76,9 kg
Fabricio Nascimento (BJJ Verona) vs Davide Palatini (Judo Varese)
Vittoria di Nascimento per MATA LEAO al 5°minuto.-
 
fino a 87,9 kg
Federico Tisi (BJJ Roma) vs Paolo Salati (Ruas Vale Tudo Roma) 
Vittoria di Tisi per Armbar ad 1min e 03 sec.
 
Oltre 88 kg
 El Behairy Eihab (Lotta stile libero Brescia) vs Roberto Almeida BJJ Roma)
Vince El Bahairy ai punti.-
 
 
In definitiva si conferma la forza della scuola romana e la superiorità del BJJ, presente in tre finali su quattro (due vinte), benchè la formula del torneo abbia consentito, come espresso in anticipo, di ben figurare anche ad atleti del Judo, della Luta Livre, dello Shootfighting e della Lotta Stile Libero, tutti stili rappresentati nelle finali.-
Tisi si conferma un ottimo lottatore, in quanto a completezza tecnica, mentre la sconfitta di Almeida, il cui valore assoluto è indiscutibile, ha rappresentato la sorpresa della serata. Il brasiliano ha commesso l'errore di impostare l'incontro in piedi, che era ciò che probabilmente il liberista egiziano auspicava.  El Behairy ha quindi vinto ai punti per 2-0, sfruttando la migliore abilità in quel gioco.-
Presto, ne sono certo, arriveranno i risultati per i lottatori della scuola milanese, che stanno lavorando con grande impegno e dedizione e che non mancheranno di coronare presto i propri sforzi con qualche vittoria di prestigio, recuperando così un'ingresso ritardato nel circuito.-
 
Rinnovo il ringraziamento ad Alessandro Federico, reporter di assalto fino a tarda notte per fornire le informazioni sull'evento.-
Prestissimo le foto del torneo.-
 
Dino Fuoco

Le MMA in Italia (a cura di Dino Fuoco)

Pur essendo la scena italiana delle nuove arti marziali (MMA-Grappling-BJJ) ancora molto circoscritta, si può comunque tracciare un profilo dei praticanti migliori, in maniera da individuarne coloro che, in questo periodo ancora pionieristico, sono riusciti ad esprimere le qualità migliori.
Quello delle MMA  è forse il settore dei tre più povero, ci sono pochi atleti e quei pochi incontrano grosse difficoltà a combattere in Italia e, quindi, senza la costruzione di una adeguata esperienza, anche all'estero.-
Ecco un breve profilo dei fighters piu' conosciuti e con migliore curriculum agonistico.-
 

verginelli1.jpg
Michele Verginelli

MICHELE VERGINELLI.
Romano, ottanta chili, alle spalle un passato nel Full Contact e nel Sanda, tre volte vincitore di OKTAGON, il più grosso torneo di arti marziali in Italia, dove però gli incontri di Free Fight propongono una formula spettacolare ma molto discutibile (guantoni e solo 10 secondi di lotta al suolo e senza colpi).
Ma è stato anche vincitore del primo torneo europeo di Vale Tudo allestito in una gabbia (ironia della sorte organizzato in Italia, a Brescia), battendo Rodney Faverus che è oggi uno dei fighters più pericolosi in Europa.-
Michele è un colpitore molto efficace, che utilizza le pericolose proiezioni del Sanda, mentre a terra dimostra delle lacune derivanti dalla mancanza di un allenamento specifico.-
La mancanza di avversari e di stimoli lo ha fatto progressivamente allontanare dalla scena.-
Appartiene al team del maestro Moroni di Roma.-
 
 
 
 
 

pisciottatriangle.jpg
Pisciotta finalizza Nencioni alla Resa dei Conti

 
 
 
RAMON PISCIOTTA
Pavese, peso massimo, ha un passato nel Karate Seidokan e si è allenato a lungo con Bas Rutten alla Beverly Hills Ju Jitsu Academy di Los Angeles, facendo da sparring a Rizzo, Taktarov, Sudo, Goodridge, Ruas e molti altri.-
Nel suo primo incontro di Vale Tudo ha battuto, a venti anni, la leggenda olandese della Thai Andre Tete, sconfitto per strangolamento.-
E' molto abile al suolo e calcia con efficacia, ma deve migliorare il suo pugilato. Incontra difficoltà ad allenarsi poichè risiede lontano dai grossi centri, ma sono in arrivo sparring dall'Olanda e dall'Inghilterra per i suoi prossimi impegni.-
Ramon è un fighter molto coraggioso ed ambizioso e possiede una tecnica molto buona.-
Combatte per il Team Hic Sunt Leones di Milano.-
 

alessio_sakara_1.jpg
Alessio Sakara

 
 
 
ALESSIO SAKARA
Romano, peso massimo, ha praticato pugilato e Sanda e da tempo si allena nelle MMA, dove ha avuto delle buone opportunità di mettersi in luce, sia in Inghilterra che in Russia, senza troppa fortuna, pagando forse una certa inesperienza.-
Alessio è un pugile molto efficace, conosce la lotta a terra ed ha ampi margini di miglioramento, ma deve ancora costruirsi a livello caratteriale.-
Si è allenato per un certo periodo anche in Brasile.-
Ha molta voglia di farsi conoscere ed è, nel complesso, un fighter abbastanza completo, anche in relazione all'età.-
Combatte per il Team Almeida Brazilian Ju Jitsu di Roma.
 
 

 
 
Ci sono altri fighters molto forti, come Nicola Donadio, che ha vinto l'ultima edizione della Resa dei Conti a Livorno nella categoria -70 kg, Igor Nencioni e Fabricio Nascimento (cintura nera di BJJ), a sua volta vittorioso nella stessa edizione livornese della categoria -80 kg, ma i tre che ho menzionati sono coloro che hanno dimostrato maggior valore a livello nazionale ed internazionale.-
 
E' peraltro gradita ogni tipo di segnalazione relativa a fighters di valore che, per un motivo o per l'altro, non abbiano avuto ad oggi il riconoscimento che meritano.-  
 
Dino Fuoco
 

 
 

International Submission Wrestling a Modena

Grande torneo internazionale di submission wrestling a Modena il 12 gennaio 2003. Torneo per professionisti e dilettanti con regole Abu Dabhi.
 
Operazioni di peso ore 08,00-09,30 - Inizio gare ore 11,00. Categorie di peso: 66 -76 - 87  - Infoline emiliobernocchi@libero.it

Galà serale : "THRILLER NIGHT 2" ore 21,00 - Infoline 059 342421

 

 

 

Speciale La Resa dei Conti 6


A bordo ring (a cura di Dino Fuoco)

Avevo espresso, in sede di pronostico, le insidie della formula a torneo, spettacolare per il pubblico, ma anche in grado di privare lo spettacolo stesso di qualche protagonista.

E così è stato neimedi ed in quella dei massimi, dove non si sono disputate le finali per gli infortuni di Cangialosi e Pisciotta negli incontri precedenti.-
Il torneo dei leggeri, al limite dei 70 kg, ha visto giungere alla finale Lazzerini di Milano e Donadio (Scuderia Campana).-

Il primo veniva da una semifinale molto spettacolare, nella quale aveva dettato legge con uscite e colpi da ogni posizione, avendo la meglio su Falco e dimostrando uno spirito combattivo straordinario ed avendo la meglio per decisione.-

Donadio era invece reduce da una vittoria più facile e meno dispendiosa contro Pignatelli di Livorno, sul quale prevaleva anch'egli ai punti.-

La finale si presentava come il classico scontro tra il Kicker (Lazzerini) ed il lottatore (Donadio).-
Anche questo match era spettacolo puro e Lazzerini dimostrava quanto buono, anche se breve, sia stato il lavoro fatto a terra con la cintura viola di BJJ Gustavo Trivino.-
Luca riusciva a trovare buone uscite una volta a terra,ma doveva soccombere allorchè Donadio gli saliva in back mount e, dopo aver quasi perso la posizione, gli applicava uno strangolamento da dietro.-

Nei medi la finale era tra Fabricio Nascimento (Nova Uniao) e Simone Cangialosi (Livorno). Il brasiliano, cintura nera di BJJ, giungeva alla finale dopo aver fatto fuori Massimiliano Vertua (Brescia) con una leva al braccio, mentre Cangialosi aveva ottenuto la vittoria ai punti con Braschi.-

La finale non si disputava, come detto, poichè Cangialosi rimanev infortunato nell'incontro precedente.-
Vittoria di Nascimento che faceve il pieno, dopo essersi assicurato nel pomeriggio la vittoria nel torneo di Submission Grappling nel pomeriggio.-

Nei pesi massimi si è svolto forse l'incontro piu' spettacolare della serata, quando nelle semifinali si sono affrontati Ramon Pisciotta (Hic Sunt Leones Milano) ed Igor Nencioni (Rendoki Dojo Livorno), beniamino del pubblico locale ed accolto dalla folla con un tifo assordante.-
L'incontro ha inizio in una bolgia, in un palazzetto che sembra poter crollare da un momento all'altro.-
Pisciotta inizia con calci forti e precisi, in linea bassa, che sembrano fiaccare da subito i tentativi di partire alle gambe di Nencioni, che è un fortissimo liberista.-
Quando Igor intercetta un colpo di Ramon e l'incontro prosegue al suolo, dove sembrerebbe avvantaggiato il toscano, la folla esplode.-
Ma è a terra che Ramon, dalla posizione di guardia, riesce a guadagnarsi la vittoria, applicando una strategia già consolidata.-

Dopo qualche scambio nei pressi delle corde,gli atleti vengono riportati a centro ring. Nencioni si espone in avanti nel tentativo di colpire ancora ma viene fulminato in triangolo, all'interno del quale resiste peraltro molti secondi, finchè Pisciotta non riesce a piazzarlo in maniera definitiva, costringendo l'avversario a battere.-

L'altre semifinale non ha storia ed Alessio Sakara (Almeida Team Roma), vince in pochi secondi contro il proprio avversario francese, David Mortelette (Bugei Paris), che è parso essere molto modesto ed approssimativo.
La vittoria avviene per colpi dalla monta.-

L'attesissima finale tra Alessio e Ramon non avviene anche in questo caso per un infortunio occorso al milanese, ma sicuramente l'incontro avrà luogo in un prossimo futuro.-

La sesta edizione de LA RESA DEI CONTI è stata davvero spettacolare, avvolta in una cornice di pubblico magnifica, con incontri avvincenti ed atleti di valore.-

L'augurio è che non si debba attendere un ancora un anno per poter celebrare un altro evento, ma che ci sia la volontà di altri organizzatori di promuovere nuovi eventi.-

Un cenno per Andrea Baggio, vincitore della categoria -71 kg di Submission, "Sandrino", che è giunto in finale ed ha perso da Fabricio Nascimento in maniera decorosa, Gustavo Trivino, per la bella prestazione offerta nell'incontro con Federico Tisi e per la maestria con la quale ha preparato in tempi così brevi Luca Lazzerini, Roberto Almeida, che ho salutato dopo tanto tempo e tutti gli appassionati che hanno seguito l'evento con interesse e passione.-
Alla prossima!



Risultati completi:

Prestige fight Vale Tudo -78 kg

David Dolce (Ruas Vale Tudo Roma) batte Armando Ciccarella (Firenze) per decisione (2 rounds x 5 min)



Vale Tudo Torneo Pesi Leggeri 70 kg

Semifinali:

Luca Lazzerini (University of Fighting Milano) batte Pietro Falco ( Gym and Co.) per decisione unanime

Nicola Donadio (K.B. Ischia) batte Maurizio Pignatelli (Ruas Vale Tudo Roma) per submission

Finale:

Nicola Donadio (K.B. Ischia) batte Luca Lazzerini (University of Fighting Milano) per submission (rear naked choke - mata leao)



Vale Tudo Torneo Pesi Medi 80 kg

Semifinali:

Simone Cangialosi (Rendoki Dojo Livorno) batte Giancarlo Braschi (Shoot Modena) per decisione unanime

Fabricio Nascimento (Nova Uniao Brazil) batte Massimiliano Vertua (Raion Brescia) per submission (armlock)

La Finale non si è disputata a causa di un infortunio di Cangialosi, Fabricio Nascimento vince il torneo.


Vale Tudo torneo Pesi Massimi Open weight

Semifinali:

Ramon Pisciotta (Hic sunt leones ) batte Igor Nencioni (Rendoki Dojo Livorno) per submission (triangle choke)

Alessio Sakara (Almeida Jiu Jitsu) batte David Mortelette (Bugei France) per Ko (pugni dalla posizione di monta)


La finale non si è disputata per un infortunio subito da Ramon Pisciotta in semifinale, Alessio Sakara vince il torneo.


Note finali (a cura di Claudio Freschi)

Mi associo ovviamente a quanto detto da Dino nel suo esauriente resoconto, volevo solamente aggiungere i miei ringraziamenti ai suoi.

In effetti è stato davvero bello vivere una giornata così intensa e piena di emozioni.

Volevo fare i complimenti a Patrizio Rizzoli per l'organizzazione dell'evento, al fratello Massimo Rizzoli che a 37 anni ha dimostrato di essere ancora un grande campione conquistando la cintura mondiale Wako di kickboxing, ed in generale a tutti gli atleti che hanno partecipato all'evento.

E' importante far notare di come il livello tecnico sia stato eccellente, tutti gli atleti hanno dimostrato grande tecnica e grande coraggio. Speriamo vivamente di vedere al più presto il moltiplicarsi di queste manifestazioni.

E' il momento della Resa dei Conti !!!!
 
 
La Resa dei Conti è il torneo italiano di MMA e Grappling certamente più interessante.-
La manifestazione, il prossimo 20 Dicembre, giunge alla sua sesta edizione ed offre un cartello di tutto rispetto.-
L'evento comincia ad imporsi e ad essere conosciuto anche a livello internazionale.-
Torneo a quattro nei pesi massimi, nei meno ottanta e nei meno settanta per quanto riguarda le MMA.-
La regia è quella consolidata ed affidabile di Patrizio Rizzoli e l'appuntamento si impernia sulla rivincita tra il fratello Massimo ed il brasiliano Andre Roubert, per il titlo mondiale di kick-boxing, perso dall'italiano nei mesi scorsi.-
 
La formula a torneo è la più spettacolare per il pubblico, ma sovente non garantisce il rispetto dei reali valori ed ai protagonisti (chi combatte) è richiesta grande capacità di concentrazione e forza mentale.
Un infortunio, come un incontro precedente troppo duro, possono non portare alla finale gli atleti migliori o di farli giungere in condizioni approssimative, anche se la formula a quattro uomini protegge maggiormente da tali rischi.-
 
Il torneo dei meno settanta presenta Luca Lazzerini, Maurizio Pignatelli, Pietro Falco e Nicola Donadio.-
Tutti e quattro non hanno una grande esperienza nelle MMA, sebbene Pignatelli sia un buon lottatore, Donadio abbia qualche match di Shoot, Falco sia un veterano della Resa dei Conti, avendo combattuto e perso nella scorsa edizione e Lazzerini sia un colpitore molto pericoloso.-
Dovendo esprimere una previsione mi indirizzo su Lazzerini, che ho proposto personalmente a Rizzoli e che dovrebbe portare a casa i 500 Euro di premio per il vincitore.-
 
Nella categoria intermedia, nei meno ottanta, al momento gli atleti in competizione sono tre, dovendo essere ancora sostituito Giulio Candiloro, infortuantosi di recente. Il piu' pericoloso tra questi sembra essere Fabricio Nascimento, brasiliano e cintura nera di BJJ, sebbene resti da vedere il quarto atleta che eventualmente parteciperà.-
Il sudamericano potrebbe trovare resistenza in Simone Cangialosi, che è un atleta pericoloso e completo. ed ha una certa esperienza in competizioni miste. Conosco meno Giancarlo Braschi, ma ciò non esclude che sia di valore. 500 Euro a Nascimento secondo il mio pronostico.-
 
Tra i massimi il torneo, con 1500 Euro in palio, promette scintille.-
Ramon Pisciotta, Igor Nencioni, Alessio Sakara ed il francese David Mortelette.
Ho visto all'opera tutti e tre gli italiani, mentre il transalpino potrebbe essere una sorpresa.-
Personalmente ho proposto Pisciotta, conosco molto bene Sakara ed ho visto combattere Nencioni.-
Pisciotta e Nencioni sono due lottatori molto "tosti", aggressivi e coraggiosi, mentre Sakara è forse il più completo e pulito in linea tecnica.-
Tra i nostri il miglior wrestler è Nencioni, liberista di livello nazionale, il più forte a terra è Pisciotta, mentre il pugile più pericoloso è Sakara, per cui il pronostico appare apertissimo e difficilissimo. Non conosco quasi nulla di Mortelette e, quindi,  per correttezza evito di esprimere pronostici.-
Dovendo esprimermi scelgo Sakara, che è il fighter che ha combattuto piu' spesso negli ultimi tempi e che potrebbe quindi essere in condizioni migliori rispetto agli altri.-
 
Vincerà comunque il migliore, almeno nelle circostanze di quella serata...
 
Dino Fuoco
 

La resa dei conti 6

resadeiconti6.jpg

Il 20 dicembre presso il Palasport di Livorno si terrà uno degli eventi  più attesi nel panorama italiano delle mixed martial arts, La resa dei conti.
 
Ecco il line up provvisorio:
 
Torneo di Vale Tudo - Pesi Massimi
 
Igor Nencioni - Alessio Sakara - Raoul Pisciotta - David Mortelette
 
Torneo di Vale Tudo - Pesi Medi
 
Simone Cangialosi - Giulio Candiloro - Fabricio Nascimiento - Giancarlo Braschi
 
Torneo di Vale Tudo - Pesi Leggeri
 
Maurizio Pignatelli - Nicola Donadio - Pietro Falco - Luca Lazzerini
 
Mondiale di Kickboxing
 
Massimo Rizzoli vs Andrè Roubert
 
Prestige fight Vale Tudo
 
Armando Ciccarella vs David Dolce
 
Shoot Boxing
 
Stefano Lunardi vs Salvatore Annicelli
 
Submission Wrestling
 
Alessio Di Liberti vs Gerardo Mazzocca